Copyright   |   Privacy
Area Analisi del Rischio
Nell’ottica di una corretta gestione finanziaria, un’ accurata analisi dell’affidabilità economica dei propri clienti e quindi della loro capacità di far fronte ai debiti commerciali contratti costituisce una delle sfide più importanti per qualsiasi impresa.

Il livello delle insolvenze determina non solo una serie di problematiche che si ripercuotono “a caduta” sui differenti profili funzionali ma anche una variazione del rating attribuito dal sistema bancario a ciascuna impresa, rating che condiziona i rapporti tra imprese e banche per ciò che riguarda il ricorso al credito.

Tale aspetto è di fondamentale importanza soprattutto analizzando i contenuti degli accordi di Basilea che si sono succeduti negli ultimi anni e che, dovendo regolare la patrimonializzazione delle banche, hanno alzato i requisiti minimi di liquidità e di capitale che le banche dovranno detenere a tutela del rischio derivante dalle operazioni di impiego a medio-lungo termine.

Ne consegue che il rating attribuito dal sistema bancario ad ogni singola impresa sintetizza l’affidabilità della stessa non solo sotto il profilo della solidità patrimoniale, ma soprattutto sotto il profilo della liquidità. A parità di solidità patrimoniale, le aziende a rischio di liquidità verranno considerate più vulnerabili di quelle che presentano una gestione della liquidità maggiormente virtuosa e dunque il rating attribuito alle prime consentirà alle stesse un accesso al credito limitato e ad oneri più elevati. Le imprese ove la percentuale stimata di perdita al momento dell’insolvenza è inferiore, potendo contare su un rating positivo, potranno accedere al credito a condizioni migliori.

La voce “crediti verso clienti” nell’attivo circolante avrà dunque in ogni impresa una importanza fondamentale dato che viene utilizzata per il calcolo di alcuni fondamentali ratios di bilancio (indici di tesoreria, tournover crediti commerciali, DSO - Days sales out standing); pertanto quanto più virtuosa sarà la gestione del ciclo del credito tanto più efficiente diventerà l’equilibrio del cash flow nella gestione corrente.

Per ottenere tali risultati le imprese non soltanto dovranno intervenire tempestivamente sulle scadenze insolute ( gestione del credito ---> approfondisci ) ma dovranno utilizzare alcuni strumenti per un’analisi del rischio in grado di valutare l’affidabilità di ogni cliente potenziale e dei clienti di portafoglio.

A questo proposito, grazie a rapporti di partnership con primarie strutture del settore, il contributo che la struttura di A.C.M. consulting srl può fornire riguarda i tre aspetti principali dell’analisi del rischio di credito:


L’utilizzo combinato delle procedure di gestione del credito e degli strumenti di analisi del rischio predisposti da A.C.M. consulting consentiranno ad ogni azienda una virtuosa gestione del ciclo di credito migliorando, attraverso una complessiva riduzione del numero delle insolvenze e delle perdite su crediti, la gestione della liquidità con ripercussioni positive nei rapporti con le banche e nelle condizioni di accesso al credito.
Quick contact.
Azienda
Referente
Indirizzo
Macroarea
Acconsento il trattamento dei dati, ho letto e accettato l'informativa sulla privacy.